La Borgata che danza

“La Borgata che danza”: la Romagna incontra la Germania

Tra venerdì 20 e domenica 22 maggio la tradizione romagnola incontrerà il folklore tedesco e si fonderanno nella 24° edizione del festival “La Borgata che danza” e nelle celebrazioni del “Meine Romagna”.
“La Borgata che danza” è una delle più apprezzate manifestazioni che si celebrano a Bellaria Igea marina con l’arrivo della bella stagione.
Un grande happening di benvenuto agli ospiti tedeschi con la presenza a Bellaria Igea Marina del gruppo musicale “Die Andern und I” e il gruppo folkloristico “Die Vilstaler Ebensbach”, che saranno i protagonisti della giornata di domenica e di due anteprime: venerdì 20 maggio alle 20.00 all’evento “Wilkommen in Bellaria Igea Marina” in cui verrà proposti un’apericena con piatti tipici tedeschi e romagnoli e musica dal dj set anni ’80; sabato 21 maggio dal pomeriggio entrambi i gruppi allieteranno con la loro musica le spiagge e i viali pedonali della città.
Il meglio del festival arriva, però, domenica 22 con “Das Frühlingsfest in Bellaria Igea Marina”, evento in cui musica e sapori della Germania incontreranno quelli della Romagna, dalle 19.00, nei cortili interne e nelle osterie della Borgata Vecchia, insediamento storico della città di Bellaria.
Questa edizione 2016 del festival sarà caratterizzata dalla particolare valorizzazione del “liscio”, genere che in Emilia Romagna è molto noto, presentato nella versione tradizionale romagnola e in quella lombarda.
Il festival si terrà nella Borgata Vecchia di Bellaria e punta a valorizzare tradizione, musica e balli popolari anche nella loro accezione culturale, per cui verranno organizzati laboratori per ragazzi, incontri di approfondimento e lavori di ricerca sulle narrazioni popolari.
La parte più interessante rimangono, però, i momenti conviviali e di coinvolgimento di turisti e residenti negli spazi domestici e cortili interni delle abitazioni, che vengono trasformate dalle famiglie del posto in piccole osterie, dove servono piatti della tradizione e gruppi di suonatori allietano i visitatori.

Un bel festival di tradizione locale e estera che unisce gioia, divertimento e cultura.

Beatrice Dari

You may also like...